manifesto

“Le difficoltà crescenti della nostra società rilevabili in una economia sempre più distaccata dalla realtà, in una fondata paura di regressione e nell’incombenza del disastro ecologico e finanziario, devono portare irrevocabilmente a una revisione dei nostri stili di vita e per fare questo bisogna averne coscienza.

La nostra volontà è di operare in questa direzione, partecipando alla costruzione di un pensiero nuovo ma legato alla realtà e alle nostre radici, un pensiero che possa ricreare le basi e dare la forza per proseguire in un mondo cambiato così velocemente e sempre più in affanno.

Molta è la confusione e per avere chiarezza dobbiamo ripartire da quello che siamo per capire e per capirci, affrontando nuove sfide che ci porteranno ad un graduale ma inevitabile cambiamento.

Noi faremo questo attraverso la comunicazione, utilizzando in sinergia tra di loro diversi media: il web prima di tutto, per la sua libertà, democrazia e globalità, la televisione, la radio e l’organizzazione di una serie di eventi che avranno come tema la cultura, la natura, l’ambiente, l’ecologia e l’arte.

Ma non solo, dialogando cercheremo soluzioni a problemi attuali condividendo le diverse esperienze, culture e conoscenze che la globalizzazione ci impone.

Capire ad esempio come sfruttare al meglio nuove fonti di energia, conoscere e rispettare l’ambiente, integrare per affrontare problemi di carattere socio/culturale.

Un obiettivo che vorremmo raggiungere non trascurando la forza comunicativa delle immagini, dei filmati diffusi e degli eventi quale momento di aggregazione e confronto diretto. Contenuti e motivazioni saranno alla base del nostro lavoro in ogni tema che di volta in volta andremo ad affrontare”.

“The arising difficulties of our society are revealed by an economy increasingly detached from the real life, by a reasonable scare of regression and by the approach of a financial and ecological disaster. This should irrevocably lead to a revision of our life style and we have to be conscious of this change.

We want to act in this direction, taking part in the construction of a new way of thinking which starts from our reality and our roots, to rebuild the basis and give strength to go on in such a hurried world.

There is great confusion and we must start again from what we are to understand and know us, facing new efforts that will take to a gradual but inexorable change.

We are going to accomplish this through the communication by using different interconnected media: first of all the web tv and the web radio for the freedom, democracy and globality they allow, then the television and the organization of a number of cultural, environmental, ecological and artistic events.

Moreover, we want to find solutions to the present problems by dialoging and sharing the different cultural experiences and knowledges that the globalization brings us.

For instance we need to understand the best way to use alternative energy sources, to know and respect the environment, to face social and cultural problems.

We would like to reach this end without excluding the communicative power of the images, the films and the events as a moment of aggregation and direct confrontation. Values and meanings will be the basis of our work in every subject we are going to face from time to time.